FAP ACLI NAPOLI

FAP ACLI NAPOLI non ci sono più i pensionati di una volta

venerdì 29 luglio 2016

salmo 34 18

Gridano e il Signore li ascolta,
li salva da tutte le loro angosce.
Il Signore è vicino a chi ha il cuore ferito,
egli salva gli spiriti affranti.
Molte sono le sventure del giusto,
ma lo libera da tutte il Signore.

giovedì 28 luglio 2016

Equitalia, arriva lo sportello per gli over 65

pasquale orlando news sociali : Equitalia, arriva lo sportello per gli over 65: dall'ottimo  www.studiolegalecarozza.it  



 Buone notizie per gli anziani che a partire da luglio dovranno recarsi presso gli sportelli di Equitalia e hanno più di 65 anni. Da lunedì è partito in alcuni sportelli il servizio '+65', il nuovo progetto voluto dall'amministratore delegato del gruppo, Ernesto Maria Ruffini, che vuole essere una sorta di corsia preferenziale riservata alle persone con più di sessantacinque anni di età e ai loro coniugi.


Un 'gate' dove poter ricevere assistenza più mirata alle proprie esigenze, chiarire dubbi, avere ogni informazione su rateizzazioni, rimborsi, fermi o ipoteche e per conoscere gli strumenti di autotutela previsti dalle norme. Il nuovo canale di assistenza, che entro luglio sarà esteso a tutte le province, parte in via sperimentale a Roma (sportello di viale Togliatti) Treviso, Pordenone, Cuneo, Firenze, Cagliari, Viterbo, Benevento, Campobasso, Matera e Bari.

Il servizio '+65' sarà svolto nei consueti orari di apertura delle sedi di Equitalia all'interno dello 'Sportello Amico' che fornisce assistenza mirata a casi particolari. Allo sportello '+65' è possibile eseguire tutte le operazioni, esclusi i pagamenti che possono essere effettuati, oltre che alle casse di Equitalia, anche all'esterno utilizzando gli altri canali a disposizione: uffici postali, sportelli bancari, punti Sisal e Lottomatica, tabaccai, sito internet www.gruppoequitalia.it.

Il progetto è destinato agli over 65 che rappresentano circa il 10% dei 5 milioni di contribuenti che nel 2015 hanno fatto visita ai 203 sportelli del gruppo in Italia e vuole essere un ulteriore passo verso il continuo miglioramento del rapporto tra Equitalia e i cittadini, pensato anche per venire incontro alle esigenze di chi ha minore familiarità nell'uso degli strumenti digitali.

sabato 11 giugno 2016

Napoli: Dall’inclusione all’aiuto ai poveri le ri...

Napoli: Dall’inclusione all’aiuto ai poveri le richieste del mondo cattolico



Dall’inclusione all’aiuto ai poveri 
le richieste del mondo cattolico 

Gruppi e associazioni si rivolgono al futuro sindaco della città: «In agenda le persone e le aree disagiate»

di Rosanna Borzillo http://www.ilmattino.it/ del 4 giugno 2016

Il mondo cattolico partenopeo – quello di gruppi, associazioni emovimenti – a tre giorni dalla prossima tornata elettorale è più che presente. 
«Nei piccoli comuni e in tante municipalità di Napoli si sono scelti i nostri giovani–chiarisce subito Vito Gurrado, presidente diocesano di Azione cattolica e questo ci inorgoglisce: significa che l’impegno a lavorare per il bene comune è vivo nei nostrigiovani». «Certo il nostro timore – spiega Gurrado –è quello della strumentalizzazione: i ragazzi potrebbero essere usati per attirare voti». Ma, del resto, «abbiamo il diritto-dovere di impegnarci – prosegue -allo scopo di guidarela società emigliorare la vita degli uomini, altrimentipeccheremo diomissione».E la lettera di ieri, della presidenza diocesana ai candidati nelle prossime elezioni amministrative, ribadisce proprio «la vicinanza a chi ha scelto l’impegno politico» e la consapevolezza di una «scelta difficile anche perla necessità di competenza e di aggiornamento». Dall’Ac alla nuova consiliatura, d’altro canto, la presidenza «riconoscendo che passi avanti ne sono stati fatti sui rifiuti e le politiche sociali chiede che «si affronti – dice Gurrado - ancora afondo il tema della disabilità, della costruzione di comunità, del recupero delle periferie eil superamento di una politica che esca dall’emergenza e affronti il quotidiano, programmando gli interventi». 
Rigetta la politica degli ultimi giorni Antonio Salvio, presidente nazionale Cvx (Comunità di Vita Cristiana). «Intanto – chiarisce – cerchiamo di non essere i cristiani della vigilia elettorale. Riteniamochel’impegno debbaessere quotidiano ed esternarsiin 365giorni all’anno». I membri della Cvx da sempre – secondo il pensiero di S. Ignazio – hanno nel loro Dna«la contemplazione nell’azione– spiega il presidente Salvio – il che vuol dire impegnarsi nel quotidiano cercando di formare coscienze critiche». Le priorità certamente restano la tutela dei più deboli ed anche Cvx non può che chiedere a una nuova consiliatura «la tutela dei meno abbienti ma soprattutto il lavoro ai giovani. Dare speranza di futuro–prosegue Salvio -è indispensabile». Da sempre la Cvx – seguendo le indicazioni di Papa Francesco–ha ritenuto che occorresse essere presenti in politica «lavorando per i più deboli: dal doposcuola per gli srilankesi dai progetti contro la ludopatia alla finanza etica, fino all’accoglienza dei migranti». Anche dalle altre associazioni si individuano le priorità da indicare. Così dal Rinnovamento nello Spirito si chiede di mettere la famiglia al centro. 
«Non possiamo tacere – dice Antonio Postiglione, coordinatore diocesano del RnS – la necessità di investire sulle situazioni di disagio della nostra città: dai bambini, alle giovani coppie, fino agli anziani». La cura degli anziani «oggi delegata ad associazioni e movimenti - dice Postiglione - dovrebbe essere premura dell’Amministrazione». Dal RnS anche uno stimolo ulteriore: «Spetta soprattutto a noi cattolici curare la formazione dei giovani in politica: dobbiamo ravvivare in lorole ragioni del credere, quelle su cui vale spendere una vita in politica e spenderla bene». 
Gli fa eco Marco Rossi della Comunità di Sant’Egidio: «Una nuova amministrazione dovrebbe preoccuparsi di rendere Napoli una città inclusiva». Nel 2008 c’erano 1200 clochard. Oggi nella stessa zona contiamo 1500 persone, precisa Rossi. «Chi governerà Napoli non potrà non affrontareil problema della loro inclusione e non accorgersi di quella dei campi rom». 

Da Pasquale Orlando, leader delle Acli per anni, e ora segretario della Fap-Napoli Acli il sogno di «un’amministrazione capace di dare giustizia ai cittadini di Napoli e soprattutto ai più disagiati». La priorità per il segretario Fap-Acli sono senz’altro i più deboli:« per questo–dice -punterei sul reddito di cittadinanza e sul contrasto della evasione scolastica». E per i laici impegnati un suggerimento: «Riapriamo i circoli territoriali: dobbiamo salvaguardare i luoghi dove la gente si incontra».


pasquale orlando news sociali : Napoli: Dall’inclusione all’aiuto ai poveri le ri...: Dall’inclusione all’aiuto ai poveri  le richieste del mondo cattolico  Gruppi e associazioni si rivolgono al futuro sindaco della...

mercoledì 18 maggio 2016

STELLA D'ARGENTO PER MERITI STRAORDINARI NEL CAMPO DELL'IMPEGNO SOCIALE A ALDO MIGLIETTA




Giovedì 19 maggio 2016, ore 17.00
Sala del Forum delle Associazioni, villa Bruno
San Giorgio a Cremano

consegna del Premio STELLA D'ARGENTO PER MERITI STRAORDINARI NEL CAMPO DELL'IMPEGNO SOCIALE A
ALDO MIGLIETTA

Saluti: 
Pasquale Orlando (segretario Fap Acli Napoli) 
Antonio Di Maria (presidente circolo Acli Giuseppe Lazzati)

Modera:
Michele M. Ippolito (giornalista)

Interventi:
On. Raffaele Cananzi
On. Paolo Cirino Pomicino


Il Premio Stella d’Argento per straordinari meriti nel campo sociale ad Aldo Miglietta

La consegna domani a San Giorgio a Cremano
alla presenza di Paolo Cirino Pomicino e Raffaele Cananzi

18 maggio 2016 – La Stella d’Argento, premio assegnato a “personalità che si siano distinte per meriti straordinari nel campo dell’impegno sociale” verrà consegnata ad Aldo Miglietta domani, 19 maggio, alle 17, in villa Bruno. Interverranno all’importante evento l’onorevole Paolo Cirino Pomicino, già ministro della Repubblica, e l’onorevole Raffaele Cananzi, già sottosegretario al Ministero degli Interni. Porteranno i propri saluti Pasquale Orlando, segretario della Fap Acli di Napoli ed Antonio Di Maria, presidente del circolo Acli Giuseppe Lazzati. Modererà l’incontro Michele M. Ippolito, giornalista, già consigliere nazionale delle Acli. 


Aldo Miglietta è stato per decenni dirigente delle Acli di Napoli ed indiscusso protagonista del dibattito sociale e politico in città tra gli anni Settanta ed Ottanta. Il Premio Stella D’Argento, alla sua prima edizione, è promosso dalla Fap Acli di Napoli. Per il segretario Pasquale Orlando “era doveroso dare il giusto tributo ad un uomo come Aldo Miglietta, che per tutta la sua vita ha incarnato i più puri valori di solidarietà sociale e di rispetto per gli altri, operando sempre con rettitudine e competenza, nell’esclusivo interesse dei lavoratori e dei più deboli. Lo festeggeremo nella sua città, come un amico che tanto bene ha fatto alla sua comunità di appartenenza e a cui Napoli ed i napoletani devono tanto.”

L'amante di Cristo di Alessandro Zannini sarà presentato a Benevento